M-Cube Magazine

Digital Window: Comunicare il piacere di tornare in negozio

Digital Window

Digital Window, strumento di engagement usato dai brand per comunicare con i clienti in modo nuovo e diverso, la vetrina trascende la sua funzione di espositore per sviluppare un flusso continuo di suggestioni e informazioni. Strategicamente pertinenti e rilevanti.

 

Digital Window è molto più di una vetrina digitale. La tecnologia si declina in Artwall, (monitor scomposti) e LEDwall, a tutto schermo o trasparenti, che aiutano i brand a risolvere la staticità espositiva alzando il sipario su un’interattività ad alto ingaggio. È così che il Digital Signage diventa la chiave che fa scattare un meccanismo che massimizza i livelli di attenzione. L’uso dei LED permette ai brand di colpire il cuore e la mente del cliente, lavorando su una nuova qualità della relazione e della comunicazione.

 

Comunicare il piacere di tornare in negozio

L’emergenza Covid-19 ha indotto una trasformazione culturale profonda dei consumatori e del loro modo di fare acquisti, che non sarà momentanea. Secondo gli analisti di McKinsey, 7 persone su 10 (70%) prevedono di continuare se non addirittura aumentare gli acquisti online anche dopo la fine delle restrizioni e quasi un terzo del campione (28%) sostiene di voler evitare del tutto i negozi. Per il settore retail, che impiega 3 milioni e mezzo di addetti e conta 1,2 milioni di imprese, operare in un regime di continui stop&go non è scontato e non è per tutti. Oggi più che mai la vetrina deve trasmettere nuovi valori come la fiducia e la sicurezza, facendo riscoprire alle persone il piacere di tornare in negozio.

 

Come sono cambiate le aspettative dei consumatori

Sono sempre più i brand che utilizzano le Digital Window come media privilegiato per raccontare e raccontarsi. Il fatto è che i consumatori da casa in questi lunghi mesi hanno cambiato mind set e hanno alzato l’asticella delle loro aspettative. Navigando online, si sono abituati a guardare a ciclo continuo informazioni, immagini e video sui loro schermi fissi e mobili, potenziando le loro attitudini omnicanali. Anche la vetrina meglio allestita difficilmente può competere con il digital engagement. Iperesigenti e iperdigitali, i clienti si aspettano che le aziende facciano altrettanto. Quasi 9 italiani su 10 (89%) ritengono che le aziende debbano accelerare sul digitale, mentre quasi 7 italiani su 10 (68%) chiedono alle aziende di potenziare le proprie capacità digitali e di trasformarsi più velocemente, con oltre la metà (54%) che chiede un potenziamento delle metodologie di ingaggio utilizzate dai brand (Fonte: The State of the Connected Customer – Salesforce 2020).

 

Quando la vetrina diventa infotaiment

Le Digital Window rendono le vetrine connesse e comunicanti. Rispetto all’uso di manichini o di una selezione coordinata di prodotti, il videostorytelling trasmesso dai led moltiplica la value proposition dell’offerta. I messaggi risultano decisamente più appealing, permettendo di intercettare il traffico dei passanti con un richiamo oggettivo che, lavorando su più tipologie di contenuto, contribuisce a massimizzare i flussi in negozio. Non a caso, in questa nuova normalità è cambiato il setting di molti video. Prima dell’emergenza Covid-19, la programmazione era puro advertising, con scenari da sogno e palinsesti ricchi di video e soggetti a cambiamenti continui. Oggi il focus si è spostato: i brand scelgono ambientazioni più contenute per trasmettere l’orientamento delle sfilate come teatri o i loro stessi showroom. Si punta a sviluppare una comunicazione legata al mood della stagione, con un focus su una selezione di prodotti di punta o particolarmente significativi. I contenuti sono rimasti generalmente molto visual, ma è cambiato il modo in cui i brand vogliono comunicare, estendo la portata dei messaggi che:

  • Mettono in evidenza promozioni
  • Illustrano iniziative legate alle Membership Card
  • Condividono i messaggi delle newsletter
  • Danno informazioni sulle misure di sicurezza o il numero massimo di persone consentito, sui giorni e gli orari di apertura in linea con le varie misure prese da ogni Paese

 

3 buoni motivi per scegliere le Digital Window

Mettere in vetrina degli schermi di comunicazione digitale immersiva, scegliendo l’innovazione tecnologica, offre diversi vantaggi ai brand.

#1 Versatilità

Rispetto all’uso dei monitor la versatilità delle tecnologie LED fa la differenza, permettendo di realizzare installazioni ad alto impatto anche in situazioni in cui le vetrine sono complesse o hanno dimensioni molto ridotte. La possibilità di realizzare schermi di qualsiasi forma e misura libera la creatività della progettazione, trasformando questi spazi in superfici tridimensionali estremamente dinamiche e suggestive. L’uso dei LED trasparenti è funzionale al fatto che, per la loro tipologia costruttiva, non sono oscuranti e consentono ai passanti di guardare dentro al negozio. In più sono molto leggeri e possono essere installati anche sulle porte d’ingresso.

#2 Variabilità

I LED come elementi di arredo possono essere progettati in qualsiasi modo: possono essere traslucidi, composti e curvi, rettangolari, quadrati o tondi, conformati a guisa di serpentina, arco, colonna o parete. Trasformare una superficie statica in uno schermo dinamico apre un orizzonte infinito alla comunicazione. A partire dal tipo i format, i marketer possono ideare storytelling inediti, giocando su più livelli percettivi per ingaggiare, intrattenere e stupire le persone, condividendo messaggi chiave a livello informativo e di servizio.

#3 Valore

Che si tratti di immagini a scorrimento o filmati, di cambiamenti cromatici grafico-testuali o di animazioni, le Digital Window garantiscono sempre e comunque il valore della call to action. Armonizzando informazione, interazione e semplicità di utilizzo i retailer possono disporre di un vero e proprio mezzo di comunicazione completo che potenzia il coinvolgimento, incastonando le informazioni all’interno di un concetto tecnologico ed estetico che risolve l’equazione tra spazio a disposizione e forza della comunicazione.

 

Laura Zanotti, Giornalista & Technical Writer

 

 

 

24 Febbraio 2021

Newsletter

Cliccando “registrati” accetti di ricevere la newsletter bi-mensile di M-Cube

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando su “registrati”, accetti che le informazioni fornite siano trasferite e elaborate da Mailchimp. Mailchimp privacy practice..